Frammenti 

Dissolti

in un mare impalpabile

d’ orgoglio

a minar la libera essenza.

Avvolti

da manto di sale

in travaglio

come grondanti rivoli d’ardenza.

Stravolti

nel rintocco incessabile

quasi di bavaglio

ad estenuarci nella maldestra mattanza.

Disinvolti

nell’ assordante torpore abissale

in subbuglio

a stillare irruenza.

Distolti

dal canto delle cicale

l’ abbaglio

quale segreto di misteriosa eloquenza.

Coinvolti

in iniziazione impenetrabile

come groviglio

di rorida purezza.

Assolti

dall’ appello ancestrale

il giaciglio

a rifiutar lo scoglio d’umana interferenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...